28 febbraio 2018

Recensione ★ L'isola dei demoni

Proprio allo scadere del mese di febbraio sono riuscita a terminare questo libro... appena in tempo per partecipare alla Challenge di Valentina anche questo mese! Ne ho approfittato per leggere il secondo libro di Ilaria Vecchietti: mi aveva incantato con il suo primo romanzo e questo non è stato da meno! ||

L'isola dei demoni
 di  Ilaria Vecchietti


|| C'è un'Isola in cui le terre sono divise, e in cui gli uomini e le donne sono circondati da un'aura che ne suggerisce le emozioni. È in questa terra che è nato Elia, un giovane che aspira a diventare un guerriero. La sua avventura inizia alla selezione per i guerrieri di Quinto Livello, dove conosce il figlio del lord delle Terre del Nord e una bellissima, scostante ragazza dai capelli rossi. L'addestramento per diventare guerriero è duro e faticoso, ma Elia lo affronta sempre e solo con il sorriso, con la gentilezza, la bontà e la positività che lo contraddistinguono. È proprio durante una di queste missioni che Elia e la sua squadra incontrano il Senza Nome, un misterioso personaggio che nasconde moltissimi segreti... e che forse sarà la chiave che potrà cancellare la guerra dall'Isola una volta per tutte.


Come nel primo libro di Ilaria, anche in questo secondo romanzo mi inchino alla sua fantasia e alla sua creatività. La sua mente è piena di personaggi originali e particolari, di ambientazioni non viste, di storie, misteri e legami pieni di creatività. Anche in questo caso i personaggi sono davvero tantissimi, ma tutti ben tratteggiati. I cinque protagonisti a mio parere sono quelli caratterizzati meglio, e sebbene Leandro e Relena siano i miei preferiti, anche i tre giovani guerrieri mi sono piaciuti davvero molto, Elia in particolare.

Ho adorato l'intreccio di tutta la storia, così vario: dalla selezione per i guerrieri alla missione nella foresta, dai Giochi all'indagine di Relena, dalla vendetta alla battaglia finale... ho trovato tutto così avvincente e interessante e ben costruito che ho divorato il libro in pochi giorni. Anche i poteri, i colori delle aure, l'Iride e i suoi significati e il modo in cui è stata pensata. Millemila complimenti a Ilaria e alla sua fantasia, che crea mondi e personaggi sempre nuovi! Anche in questo caso di tanto in tanto avrei voluto che la storia rallentasse un po' e mi facesse godere maggiormente delle cose che mi stava raccontando: avrei voluto conoscere meglio gli altri Portatori, visitare le capitali dei quattro regni e cose del genere... mi rendo conto che forse per alcuni avrebbe rallentato la storia, ma a me sarebbe piaciuto molto! Magari per un sequel? Ilaria, te la butto lì! ;)

A differenza del primo libro, che ho letto proprio come un fantasy, questo mi è sembrato un po' un "anime". Elia, sorridente, scanzonato, buono e a tratti infantile (ho adorato la sua prima reazione alla vista di Grigoria) mi ha fatto pensare a quei personaggi tipo Rufy di One Piece o Haru di Rave, che sono semplici e luminosi ma sono anche forti, coraggiosi e generosi. Adoro gli shonen e adoro questi personaggi, quindi ritrovarli sotto forma di racconto mi è piaciuto tanto! Anche le battaglie, le squadre di combattimenti, i demoni... c'era un'aria molto "anime" in questo libro, che ho molto apprezzato! Anche la scelta di una specie di dialetto per la lingua dei demoni mi ha fatto sorridere: mi ha ricordato quando guardavo Rayearth e una delle cattive - Caldina - parlava con uno spiccato accento bolognese!

Anche in questo caso la stellina mancante è dovuta a qualche imprecisione stilistica, che mi ha fatto inciampare nella lettura e che ha reso un po' meno fluida e piacevole la lettura. Come nel primo libro, anche in questo la consecutio temporum e la scelta di alcune forme verbali mi è sembrata un po' imprecisa, e anche alcuni termini non erano usati nel modo giusto (ad esempio "aggirata" invece che "raggirata").

Resta uno dei migliori libri di autori emergenti che io abbia letto, e lo consiglio a tutti. E con un tocco di cura in più per questi dettagli di forma ha le potenzialità per diventare un libro ancora più bello! 

Qui la recensione al primo libro di Ilaria: L'imperatrice della Tredicesima Terra!


Il mondo deve mantenere un certo equilibrio affinchè non imploda su se stesso.

Stelle: 4/5



09 febbraio 2018

5 cose che ★ 5 personaggi che vorrei diventassero miei amici

Nuovo venerdì, nuova puntata della rubrica "5 cose che"! Le blogger che aderiscono a questa rubrica sono sempre di più, è davvero diventata virale! Sono davvero molto contenta, spero che continuerà a restare viva... e spero anche che allarghi i propri orizzonti anche a temi non librosi, parlando sempre di più anche di viaggi, cibo, musica e cinema.

Quello di oggi è un appuntamento abbastanza impegnativo, perchè - si sa - i personaggi letterari sono fantastici, a volte talmente tanto da... sembrare inverosimili!


5 personaggi dei libri che
vorrei diventassero i miei migliori amici


found @ data.whicdn.com
01. Lyra Belacqua, La Bussola D'Oro di P. Pullman
Coraggiosa, determinata e intelligente. Lyra è uno dei miei personaggi preferiti dei libri. Mi piacerebbe veramente un sacco averla tra gli amici, sono sicura che sarebbe una compagna di avventure perfetta che mi farebbe uscire dalla mia comfort zone! Non per niente la quasi omonimia tra i nostri nomi ha reso Lyra il mio nickname quasi ovunque!



(c) YNY @ Deviantart
02. Ned Stark, Il trono di spade - il grande inverno di G.R.R. Martin
Tra tutti i numerosissimi personaggi di questa trilogia, penso che Ned sia quello che mi è piaciuto di più, quello con cui a volte vorrei poter parlare quando si tratta di decisioni sul lavoro... lui che è abituato con le strategie di guerra magari qualcosa ci capisce!



(c) Emerald-Iris @ Deviantart
03. Temperance Brennan della saga di Kathy Reichs
Adoro Tempe per la sua umanità incredibile, che riesce a vedere un essere umano dietro uno scheletro. La sua intelligenza, la sua perspicacia e la sua cultura mi fanno dire che mi piacerebbe davvero tanto poter parlare con lei di tanto in tanto!




04 e 05. Robert e Robin della saga di Elena Kedros
So che nomino Robin Hood tipo in tutti i 5 cose che... ma che ci volete fare, è in assoluto il mio eroe preferito! Ho scelto la versione di Elena Kedros perchè credo che sia quella in cui i protagonisti mi piacciono di più e mi piacciono allo stesso modo... e poi perchè mi insegnerebbero tutti e due a tirare con l'arco! Solo a pensarci mi vengono i brividini!


Ammetto che è stato difficile scegliere, perché ho escluso i personaggi per cui ho più o meno una cotta (vedi Peter Pevensie, per esempio) e ho cercato - senza riuscirvi, come avrete notato - di nominare qualcosa di diverso! Ma che ci posso fare... ho poche passioni ma ben definite!

Come sempre, se avete partecipato a questa rubrica non esitate a lasciarmi il link e verrò a sbirciare le vostre "5 cose che"! Alla prossima settimana!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::

04 febbraio 2018

Sogno e realtà - Principesse Disney in mostra

Post diverso dal solito, quest'oggi, dedicato a tutte le Principesse Disney che leggono il mio blog... e soprattutto a quelle che vivono a Milano e dintorni!

Domenica scorsa il mio agente Booth del cuore mi ha portato infatti in un regno di fantasia e animazione, e tra una bimbetta e l'altra mi sono immersa per un po' in un mondo veramente parallelo da cui non sarei voluta mai tornare indietro. Siccome l'ho adorato e mi piace condividere ciò che amo con chi legge il mio blog, ho deciso di scrivere questo post!




L'ingresso alla mostra costa solo 5€ (3€ sotto i dieci anni) e a noi hanno regalato anche una scatola di pasta a tema Principesse Disney! Una trovata pubblicitaria, certo, ma una trovata carina.

La mostra è piuttosto piccola, è una sola sala, ma ci sono molte cose carine da guardare. Innanzitutto c'è un angolo per ogni principessa Disney incoronata come tale a Disneyland, quindi ci sono - in ordine cronologico - Biancaneve, Cenerentola, Aurora, Ariel, Belle, Jasmine, Pocahontas, Mulan, Tiana, Rapunzel, Merida ed Elsa e Anna.

Per ogni principessa troviamo una rappresentazione a grandezza naturale, un bellissimo poster gigante con la citazione più rappresentativa della principessa in questione ed un gadget. Per farvi qualche esempio ci sono la scarpetta di cristallo del live-action di Cenerentola, la rosa del live-action di Belle, l'arricciaspiccia di Ariel, l'arco di Merida, la collana di Pocahontas...
Ci sono anche molti altri oggetti a tema, come albi da collezione, vecchie edizioni di fumetti sulle Principesse Disney, locandine, poster, fotogrammi dei cartoni animati, schizzi e bozzetti.
C'è anche una grande teca piena di creazioni Lego: il castello di Disneyland e alcuni set, ma anche una Torre di Rapunzel enorme piena di dettagli che richiamavano i classici Disney! Ci siamo divertiti a cercare tutti i personaggi nell'enorme costruzione!

La cosa più bella però, secondo me, sono le informazioni appese sulle pareti: a parte la descrizione dei personaggi e il racconto della storia ci sono molte altre chicche! Ci sono per esempio alcuni dietro le quinte della nascita dei cartoni animati (sapevate per esempio che quello che sarebbe diventato Frozen era stato messo in cantiere e poi messo da parte per tre volte prima di arrivare all'attuale successo?), alcune curiosità su come si facevano i cartoni animati quando non c'erano i computer e anche i perché delle differenze tra la storia messa in scena dalla Disney e le favole originali!
Oppure ci sono - e sono veramente molto interessanti - paralleli tra le principesse Disney e le principesse realmente esistite che hanno vissuto storie simili. Alcune sono veramente originali, ma proprio calzanti... non vi svelo nessun abbinamento così potrete avere la sorpresa!

A coronare il tutto - è proprio il caso di dirlo - c'è il fatto che per le bambine sarà veramente una mostra immersiva! All'inizio della mostra, infatti, c'è la possibilità di prendere un abito di una principessa Disney e indossarlo gratuitamente mentre si visita la mostra! Non avete idea della mia faccia quando mi sono resa conto di questa possibilità... e del fatto che non avrei potuto sfruttarla! Continuo a chiedermi perchè a chi ha più di 10 anni viene impedito di indossare cose a tema Principesse Disney! Non è giusto!
Oltre all'abito a tema, prima di uscire c'è un setting per una foto ricordo con tanto di trono, corona e sfondo della sala da ballo del castello della Bestia!

Quando siamo andati noi, domenica pomeriggio, c'erano tantissime bambine piccole, tra i tre e i dieci anni... tutte super esaltate, emozionatissime, che schiamazzavano di qua e di là per la sala della mostra (che come ho detto è piccina) e additavano tutto ai genitori. Anche se sono certa che si siano divertite però che sia una mostra molto più adatta ai "grandi", alle ragazze che come me sono cresciute con i classici Disney e che potranno apprezzare di più le informazioni, le curiosità e tutte le piccole perle appese alle pareti... E che potranno farsi finalmente un selfie con il loro alter ego nel mondo Disney: io personalmente ho fatto una foto con Belle... il mio cappottino giallo s'intonava perfettamente al suo bellissimo abito!

Alla fine la grande confusione e la folla mi hanno impedito di fare tutte le foto che avrei voluto, e soprattutto all'uscita, nel piccolo shop, c'era tantissima gente... cosa che mi ha impedito di sperperare le mie sostanze in merchandising Disney Princess.

Se anche voi siete Disney Princess sotto mentite spoglie, è la mostra giusta per voi! Prendetevi un pomeriggio libero dalla realtà e godetevi un mondo da cui è davvero difficile uscire!
Per tutte le informazioni, cliccate qui: Museo Wow - mostra sogno e avventura

Per le foto, invece, ringraziate il mio agente Booth
(che oltre ad essere un agente dell'FBI in incognito è anche un ottimo fotografo) <3

02 febbraio 2018

5 cose che ★ 5 libri che vorrei vedere sul grande schermo

Riprendo le fila di questa rubrica - è difficile tenere dietro a tutto, ma si fa quel che si può - con questa puntata a metà tra i libri e il cinema. Si parla infatti di libri che vorremmo vedere sul grande schermo!

Faccio però una premessa: io detesto quando i miei libri preferiti diventano dei film. Prendiamo Harry Potter: io lo adoravo, ma quando è uscito al cinema mi sono resa conto che ambientazioni e personaggi non c'entravano niente con l'idea che mi ero fatta... e niente, adesso io non ho idea di che faccia avesse la mia Hermione, perchè non riesco a non immaginarmela come Emma Watson. Mi sono tenuta alla larga da tutto quello che riguardava i film di Hunger Games (quasi riuscendoci, lo ammetto! Ho praticamente in mente tutti i miei personaggi, e non c'entravano niente con quelli del film... Peeta in primis, che non era così mascellone secondo me!) e pure dalla versione live-action della Bella e la Bestia, il mio cartone animato preferito. Sinceramente Emma Watson come Belle non ce la vedo proprio, scusatemi.

Quindi sì, farò questa puntata ma leggetela come un "vorrei vedere un film di questi libri ma con gli attori e le ambientazioni che sono nella mia testa". Per quanto sembri una cosa impossibile e pure un po' folle! ;)


5 libri che vorrei vedere sul grande schermo


   
 


01. La trilogia di Beauty di Scott Westerfeld :: trovo veramente strano che questo libro non sia finito nel grande loop dei distopici insieme a Hunger Games, Divergent, The Maze Runner e compagni. Per quanto mi riguarda si presta benissimo alla trasposizione cinematografica, anche se penso che il modo in cui il libro riesce a trasmettere alcune sensazioni e alcuni concetti è intraducibile al cinema.

02. L'ultima profezia del mondo degli uomini di Silvana De Mari :: ecco, questo libro (ma in realtà tutta la saga) è esattamente l'esempio di quello che dicevo prima. Sarebbe bellissimo vederlo al cinema, per me sarebbe un must tipo Tolkien... eppure ammetto che non sopporterei di vedere personaggi e posti diversi da quelli in cui mi sono calata anima e cuore ogni volta che ho riletto questo libro. Quindi mi piacerebbe vederlo, sì... ma solo se potesse essere esattamente come voglio io!

03. Reckless di Cornelia Funke :: questo libro secondo me si presterebbe strabene a una bella trilogia al cinema, soprattutto in questo periodo che i retelling e i mash-up delle favole vanno tanto di moda! Non riesco esattamente a figurarmi le facce dei protagonisti, quindi sarei aperta anche a valutare una proposta esterna alle loro sembianze!

04. Scarlet di A. C. Gaughen :: ho adorato questo libro, e penso che farei follie per vederne una versione al cinema (amo tutte le versioni di Robin Hood eccetto quella con Russel Crowe). In questo caso immagino i protagonisti con le facce del telefilm di Robin Hood della BBC, quindi se gli attori fossero disposti a riprendere quelle vesti lo andrei a vedere di sicuro!

05. Le Cronache di Narnia - L'ultima battaglia di C. S. Lewis :: per finire direi che aggiungo una piccola chicca. Vorrei vedere questo libro al cinema perchè mi piacerebbe vedere come rendono gli effetti speciali... e per rivedere William Moseley in versione Peter Pevensie. Lui è stato al momento l'unico personaggio dei libri che quando è apparso sullo schermo ho pensato: "come dannazione hanno fatto a farlo esattamente come lo immaginavo?"!

Ecco qui, queste sono i cinque film che vorrei vedere al cinema... anche se in realtà non li vorrei vedere al cinema, così da poterli tenere nella mente e nel cuore così come io ce li ho costruiti. Quando i miei libri preferiti approdano al cinema non mi piace mai.
Capita solo a me?

Come sempre, se avete partecipato a questa rubrica non esitate a lasciarmi il link e verrò a sbirciare le vostre "5 cose che"! Alla prossima settimana!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


01 febbraio 2018

Did, Do, Will #13

Vabbè. Non ce la posso fare ad essere costante nella pubblicazione di questa rubrica... diciamo che diventerà un "quando riesco la pubblico", senza troppe scadenze, che se diventa uno stress non la pubblico davvero più.

Ma riuscire a farlo il primo mese dell'anno forse mi porterà fortuna e riuscirò a farlo per il resto dell'anno? Vedremo!

Ecco qui le mie letture del mese e una finta TBR-list per il mese prossimo (che mi sforzero di seguire grazie alle Challenge del 2018 e al mio Ten Books Project che si sta finalmente concludendo!).



Recap del mese di GENNAIO



 #DID

La storia di Maia (Le sette sorelle #1), Lucinda Riley :: recensione
Veleno d'inchiostro (Inkworld #2), Cornelia Funke :: recensione
La città del cielo (Ossidea#1), Tim Bruno :: recensione

  



#DO
Beauty of the Beast, Rachel L. Demeter




#WILL
- february TBR List -

Peter Pan e i cacciatori di stelle, Dave Barry
Seeker, Arwen Dayton
Alba d'inchiostro (Inkworld #3), Cornelia Funke

    




:: Did/Do/Will è una rubrica ideata dal blog Dreaming Wonderland ::