30 dicembre 2017

Recensione ★ Hanno rapito Liberty

Ultimo libro per la Challenge 2017 di Valentina! E mentre cerco disperatamente di recuperare tutte le recensioni arretrate del 2017, vi lascio l'opera prima di una scrittrice/viaggiatrice scoperta completamente per caso! Potevo forme farmi sfuggire un libro su New York? Niente affatto!

Hanno rapito Liberty
 di  Francesca Free


|| Francesca è appena atterrata a New York, dove ha intenzione di passare delle settimane di pace e serenità. Ha lasciato in Italia un ragazzo con cui non sa se avere o meno una relazione seria ed è sicura che nel suo soggiorno nella Grande Mela potrà avere un po' di chiarezza.
Ma niente va come sperato, perchè non solo al suo arrivo scopre che la Statua della Libertà è sparita... ma in più nella sua caccia al tesoro per ritrovarla conosce un ragazzo dolcissimo, intelligente e che sembra pronto a sanare le ferite del suo cuore. E se la scomparsa di Liberty fosse solo un pretesto per dare modo a Francesca di guardarsi nel cuore e capire meglio cosa vuole dalla sua vita?



Il libro si legge veramente con facilità, Francesca ha un'ottima prosa e racconta le cose con la giusta dose di dettagli, facendoci entrare nella storia senza annoiare. Il libro si legge volentieri perchè è rapido, fresco e coinvolgente. I personaggi sono appena tratteggiati, ma questo non va a discapito della storia perchè sappiamo di loro il giusto per seguirli nelle vicende, varie e diverse, delle loro vite.

La cosa più bella in assoluto è il modo in cui si parla di New York. Si vede che Francesca c'è stata, e c'è stata da cittadina e non da turista. I viali, le case, i negozi... tutto è raccontato in modo vivido e intenso, e ci sono suggerimenti di scorci e posti da visitare che mi sono segnata per non dimenticarli quando finalmente ci metterò piede anche io. L'altra cosa veramente molto carina sono i personaggi: Francesca viaggia da sola, e per questo si ritrova in breve tempo circondata di gente! Anche se mi ha stupito un po' la naturalezza con cui attacca bottone con i vicini di tavolo in diversi posti e finisce per scambiarsi i contatti (io nella mia timidezza non so proprio come abbia potuto farlo!), questo la porta a non essere davvero mai da sola! E l'essere circondata di persone è quello che la convince a tentare la sua personalissima indagine alla ricerca di Lady Liberty, la Statua della Libertà, scomparsa il giorno del suo arrivo.

La parte "gialla" della storia non è scritta male, anche se mi è sembrata tutta un po' inverosimile... e il finale mi ha proprio lasciato basita, perchè è praticamente assurdo!
Dopo aver scambiato due parole con l'autrice, a cui ho scritto una mail per dirle che avevo comprato e letto il suo libro, però, ho cambiato idea: Francesca mi ha spiegato che gran parte della storia, ha una doppia lettura. Da una parte infatti ci sono i personaggi, le situazioni, le vicende... dall'altra il senso metaforico che hanno. In alcuni punti questo è più chiaro, in altri meno. Vi cito la sua risposta in proposito così magari si capisce meglio: "in realtà tutto il "giallo" va visto sotto un'altra chiave di lettura, ovvero come la libertà venga data per scontata quando la si ha, e ci si accorge di quanto sia importante quando ci viene tolta, ma a volte l'abbiamo "sotto gli occhi" e non riusciamo a vederla perché non lottiamo abbastanza, presi da ciò che desiderano gli altri o dalle regole che impone la società".

Solo l'aspetto "romantico" della storia non mi è piaciuto molto. I tre tipi di uomo presentati sono poco tratteggiati e le relazioni che la protagonista costruisce con loro non sono secondo me molto profonde e realistiche... Parte dell'assurdità che emerge da alcuni aspetti è dovuta al fatto che alcune cose incredibili, a New York, avvengono davvero... ma in generale proprio la parte romantica non mi ha coinvolto ed entusiasmato molto. Però si sa che io sono allergica alle storie rosa, quindi forse è solo un problema mio!

Quello di cui sono certa è che questa storia si apprezza molto se si è consapevoli della sua "doppia lettura", della sua profondità e dei messaggi importanti che propone sotto vicende apparentemente assurde o banali. Si parla di uscire dalla propria comfort zone, di trovare la persona giusta senza accontentarsi, di non lasciarsi fermare dalle paure o dalla timidezza, di conoscere altre persone, altre culture e altre città per essere più ricchi, più liberi e più sè stessi. Se la si legge con questa prospettiva e non come un banale romanzo rosa ambientato nella grande mela il libro ci guadagna molto!


"Allora, com'è New York?"
"Come l'hai sempre sognata, ma come non te la potresti mai immaginare."

Stelle: 3/5

29 dicembre 2017

5 cose che ★ 5 film di Natale preferiti


In questo episodio della rubrica, gente, niente libri! Stavolta ci buttiamo sul divano e ci godiamo un po' di bei film natalizi, avvolti in un plaid e magari con una bella tisana bollente tra le mani!
Che siano classici di Natale, film che ci ricordano l'infanzia o semplicemente film divertenti e spensierati da vedere in famiglia, il Natale ha sempre, tra i suoi ricordi, qualcosa da vedere in tele!
5 film di Natale preferiti

 
 

Non sono una grande amante della televisione, nè dei film. Mi annoio, tendenzialmente, a stare sul divano a fissare uno schermo... però ci sono alcune cose che rivedo volentieri! Però - inaspettatamente - cinque cose belle da vedere a Natale le ho trovate!

La vita è meravigliosa :: questo film di Frank Capra del 1946, in bianco e nero e con un doppiaggio alquanto antiquato è in assoluto il mio film di Natale preferito! Con un senso alto e bellissimo, trovate geniali a livello di trama e un finale che mi commuove ogni volta che lo rivedo, per me è il vero "classicone" che una volta all'anno si deve rivedere!

Glee - An Extraordinary Merry Christmas :: non è esattamente un film, ma ho pensato che non potevo non nominarlo, visto che lo riguardo ogni anno il giorno di Natale! Penso che, di tutti gli episodi natalizi di tutti i telefilm che ho visto, questo sia il migliore. Rappresenta molto bene quello che è per me il Natale, aggiungendoci una manciata di canzoni meravigliose!

Canto di Natale di Topolino :: sebbene la più recente versione con Jim Carrey sia ben più famosa e "spettacolare", io adoro questa semplice versione del passato, in cui senza grandi effetti speciali e senza troppe pretese viene raccontato il più classico dei racconti di Natale!

Il Grinch :: forse il più classico dei film che ho nominato! Questo film in sè in realtà non mi piace moltissimo... ma mi ricorda dell'ultima recita di Natale prima che chiudesse il mio oratorio, in cui ho provato per la prima volta l'emozione di dirigere uno spettacolo!

La bella e la bestia - un magico Natale :: quando ero più piccola prendevo spesso in videoteca questo film a noleggio, per rivederlo durante le feste. Ora che sono più grande mi rendo conto che non è bello come il film Disney da cui è tratto, ma lo guardo comunque molto spesso durante le feste!


I film di Natale non mi piacciono mai del tutto, lo devo ammettere, perchè spesso li trovo scontati e superficiali, un po' tutti simili e molto "americanate" (tipo Miracolo sulla 34esima strada). A questi però sono invece molto legata, anche se per motivi diversi. Ho già rivisto La vita è meravigliosa, proprio la notte di Natale... e spero di riuscire a rivedere anche Canto di Natale di topolino e Glee prima che finiscano le feste!

E voi cosa avete guardato, durante questi giorni di festa?

Alla prossima settimana, con i 5 simboli del Natale!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


26 dicembre 2017

Recensione ★ Canto di Natale

Riprendo in mano il blog postando una recensione assolutamente a tema! Come ogni anno, tra la Vigilia e il giorno di Natale, rileggo il classico dei classici di queste feste...

Canto di Natale
 di  Charles Dickens


|| Rinchiuso nel suo banco di cambio, reso cieco dal luccichio dell'oro e sordo dal frusciare dei contratti di prestito, Ebenezer Scrooge è un uomo anziano che non alza mai gli occhi intorno a sè. Quando, nella notte di Natale, il suo vecchio socio morto da sette anni gli compare davanti e gli preannuncia la visita di tre Spiriti per la sua salvezza, Scrooge scuote la testa: "Sciocchezze!" Esclama. Ma nel momento in cui il primo dei tre Spiriti lo porterà in volo in un tempo e in un luogo ormai dimenticati, il freddo, gretto, cinico e avaro Scrooge sarà costretto a guardarsi intorno... e a guardarsi dentro. E a scoprirsi forse un po' più povero di quanto pensava di essere.



Questo libro, per me, è il vero "classico" di Natale. Fa il paio con La vita è meravigliosa di Frank Capra, che sebbene abbia tutt'altra trama e tutt'altro stile, gioca anche lui sul tema di cosa sia davvero la ricchezza.
La storia di questo libro è nota e stranota a tutti, grazie anche a tutti i film che ne hanno fatto: Canto di Natale di Topolino, che tutti i bambini degli anni novanta hanno visto almeno una volta, ma anche il più recente A Christmas Carol con Jim Carrey. Quest'ultimo è veramente molto fedele al libro, tanto che ci sono proprio dei dialoghi che compaiono nel film con le stesse parole del libro (o almeno della traduzione che ne ho letta io). Ma saranno i troppi effetti speciali, sarà il 3D, sarà non so cosa ma lo trovo eccessivo e oscuro. Non ha quella magia, quella calma e quel calore che il libro contiene.

Anche se la mia traduzione era piuttosto datata, devo dire che lo stile antiquato della prosa mi ha aiutato a entrare maggiormente nella storia: mi sembrava proprio di essere lì in mezzo, tra Scrooge e Cratchitt, di sentire le carrozze e i bambini che giocavano col cerchio... il racconto di com'era Natale a quei tempi è una delle cose adoro di questa storia. Le tradizioni e la quotidianità di altri tempi, i colori, i profumi... Dickens racconta tutto questo in un modo così dettagliato e coinvolgente che ci si sente davvero lì, in un altro luogo e in un altro tempo, come trasportati anche noi da uno Spirito del Natale!

Ovviamente il senso della storia è l'altra cosa che adoro. Il fatto che la ricchezza e la povertà di un uomo non si valutino da quante cose lui abbia è un messaggio di cui mi faccio portavoce ogni giorno e che vorrei tutti capissero... soprattutto in un'epoca in cui la gente fa il regalo detestando la persona a cui lo fa. Mi piacerebbe che tutti leggessero una storia come questa, a Natale, e per questo ringrazio il Cielo che ci siano anche i film e i cartoni animati a trasmetterne il messaggio.

Perché oltre al valore delle relazioni, all'importanza di essere gentili e alla bellezza di lasciarsi coinvolgere dal calore e dalla gioiosità del Natale senza rimanerne fuori, freddi e cinici... questa è una storia di redenzione. Chiunque, per quanto freddo e cinico e senza scrupoli può cambiare. E con il suo cambiamento può cambiare la vita di altre persone.


Io onorerò sempre Natale nel cuore, io ne serberò il culto tutto l'anno.

Stelle: 5/5

22 dicembre 2017

5 cose che ★ Cinque libri che vorrei trovare sotto l'albero


Questa puntata del Cinque Cose Che non è molto facile per me... perchè non compro libri da molto tempo, e non ne comprerò per molto altro tempo! Il mio shopping libroso compulsivo è terminato circa due anni fa, quando... è finito lo spazio sulla mia mensola! Non è stato facile, all'inzio, ma quante delusioni mi sono risparmiata leggendo i libri in biblioteca, prima di acquistarli!
Ciononostante ho una bella lista di libri che vorrei: una booklover lo resta anche senza shopping, no?!
5 libri che vorrei trovare sotto l'albero

Scegliere cinque libri è stato abbastanza facile, perchè ammetto che sono diventata varamente molto, molto parca con gli acquisti librosi! Se non sono più che sicura che il libro mi piacerà non lo acquisto. La mancanza di soldi e - soprattutto - di spazio in casa è un modo eccellente per non spendere in libreria! In più, con la Ten Books Challenge in atto, ci vorrà un sacco prima di poter comprare qualche altro titolo!

 
 

Lisbeth e il giardino dei fiori incantati, Mavis Miller - ho adorato il primo libro di questa saga (leggi la recensione), sia per la sua bella copertina che pre la sua meravigliosissima storia... per questo sono sicura che molto presto mi comprerò anche il secondo!

Gemina, Kristoff e Kaufman - anche per questo libro, è stata la bellezza del suo predecessore Illuminae che mi ha convinto a voler comprare anche il secondo! In più questa saga è così "bella", anche esteticamente, che non si può non avere in cartaceo!

Caraval, Stephanie Garber - ammetto che questo libro mi piace tantissimo per la copertina... ma ammetto altrettanto che temo di venirne delusa. Il fatto che lo vuole leggere anche mia sorella penso potrebbe essere un campanello d'allarme! Tanto più che non ho letto proprio niente niente a riguardo!

La battaglia delle tre corone, Kendare Blake - anche di questo libro ho letto veramente pochissimo! Però ammetto che è una storia di sorelle e di magia che mi ispira veramente tanto... penso che sarà uno dei primi libri che leggerò quando potrò riavvicinarmi a una libreria!

Reign The Earth, A.C. Gaughen - di questa storia so abbastanza poco, ma so che c'è magia, elementi e la prosa della Gaughen, di cui mi sono innamorata grazie alla trilogia di Scarlet che ho letto quest'estate! Spero di poterlo leggere presto!


Non penso proprio che riceverò dei libri, questo Natale (per i motivi di spazio detti sopra), ma sinceramente va bene anche così... avere ancora tanti libri da leggere e comprare mi piace, mi fa pensare che ho ancora tanto da scoprire e di cui inamorarmi!

Spero che tutti i vostri desideri librosi si avvereranno nella notte di Natale!
Qualcuno dei miei libri è anche nelle vostre wishlist?

Alla prossima settimana, con i nostri 5 film di Natale preferiti!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


15 dicembre 2017

5 cose che ★ libri per piccoli lettori


Il mese di dicembre procede, e oggi vi presento la più bella delle puntate natalizie di questa iniziativa! Adoro la letteratura per bambini, quindi davvero ho solo l'imbarazzo della scelta!

Penso che un libro sia un regalo bellissimo da fare, soprattutto in un'epoca come questa in cui più il regalo è complicato e tecnologico meglio è... Per mia fortuna i figli dei miei amici sono tutti grandi amanti della lettura, quindi anche quest'anno ho potuto farmi un bel giro nel reparto bambini della libreria (cosa che faccio anche senza bisogno di una scusa, comunque!).
5 libri che piccoli lettori

Come dicevo in un altro post, quello dei "cinque libri da regalare", secondo me donare un libro è una cosa ancora più delicata del regalare un capo d'abbigliamento... e per i bambini vale doppiamente!
Ciononostante io penso che ci siano alcuni libri che ai bambini vanno suggeriti. Magari nella versione più semplice, anche stile "Geronimo Stilton", che io non ci vedo niente di male... però sono troppo belli per non proporglieli. E d'altra parte magari con il tempo potranno amarli e leggerli in versione originale!

 
 

Ho scelto appositamente le edizioni della DeAgostini Classici, perchè trovo che le loro copertine siano bellissime... e dimostrino perchè adoro questi libri! Racconti di bambine e ragazze determinate e originali, forti, sognatrici e che possono davvero dare un insegnamento alle bambine di ogni epoca. Anche se queste storie sono tutte molto datate, trovo che ciò che contengono sia sempre valido! 

Il giardino segreto, Frances Hodgson Burnett - una storia in cui si impara a coltivare le relazioni cn la stessa calma, gentilezza e pazienza con cui si coltivano i fiori.

Pollyanna, Eleanor Porter - una storia che insegna a guardare sempre il lato luminoso delle cose, con semplicità e gentilezza :: qui la recensione

La piccola principessa, Frances Hodgson Burnett -una storia che dimostra il valore immenso della fantasia e il modo in cui può davvero cambiare la nostra vita :: qui la recensione

Piccole donne, Louisa May Alcott - la prima vera storia di "sorelle" (molto prima di Frozen!), piena di insegnamenti sulle cose vere della vita :: qui la recensione della serie

Il  mago di Oz, Frank L. Baum - una storia che insegna che la felicità non è avere ciò che si desidera, ma desiderare ciò che si ha!

Ed ecco qui, questi sono i cinque libri che vorrei che i miei bambini leggessero. In effetti sto realizzando ora che sono tutti libri per femmine. Nel caso in cui fossero maschi (ma anche no), ci sono I ragazzi della via Pal, Robin Hood, L'isola del tesoro, La freccia nera... e sicuramente anche molti altri che così sui due piedi non mi vengono in mente!

Io adoro la letteratura per bambini, quindi se avete qualche classico da consigliarmi ve ne sarei solamente grata! Fatemelo sapere nei commenti!

Alla prossima settimana, con i 5 libri che vorrei trovare sotto l'albero!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


14 dicembre 2017

Recensione ★ Nel profondo della foresta

Questa recensione arriva piuttosto in ritardo rispetto alla lettura del libro (che ho concluso alla fine del mese di novembre scorso) perché mi sarebbe piaciuto pubblicarla insieme alle altre ragazze del gruppo di lettura. Non sono riuscita, quindi eccola qui, con molto ritardo e quasi altrettanto disappunto...


Nel profondo della foresta
 di  Holly Black


|| C'era una volta una bambina, che con i piedi scalzi e una spada sulla schiena sognava di diventare un cavaliere e difendere la sua città dal male. Disposta a salvare tutti meno che sè stessa, Hazel decide di fare un patto con il misterioso e pericoloso Popolo della foresta pur di rendere felice suo fratello e di tornare a "caccia" insieme. Ma il Popolo fa promesse insidiose, le sue parole nascondono tranelli e qualunque scelta potrebbe essere quella sbagliata. E mentre un mostro terrorizza la città e il misterioso ragazzo con le corna che dorme da sempre nella bara di vetro nella foresta viene liberato, Hazel comprende qual è il prezzo da pagare per le sue promesse di bambina...


Grazie al Gruppo di Lettura organizzato da Jessica del Loving Books ho deciso di prendere finalmente in mano questo libro, comprato mesi fa ma mai letto. La copertina mi ha attirata dal primo momento, così come la storia, che si preannunciava con il giusto mix di realismo e magia: una protagonista liceale che fa il cavaliere e non la principessa da salvare, un principe addormentato in una bara di cristallo a due passi dall'autostrada, spade magiche, elfi, folletti... era tutto così intrigante e invitante!
Devo dire che fin dal principio, però, sono rimasta perplessa: ho fatto davvero fatica a ingranare! Non avevo mai letto niente di Holly Black e ho scoperto che non mi piace molto il suo stile di scrittura: è molto particolare, cosa lodevole in uno scrittore, ma a me non ha fatto impazzire. In più la storia inizia in medias res, e iniziare a leggere un racconto come se sapessi già tutto quello che c'è di sfondo mi ha messo ancora di più in confusione! Pensavo di essermi persa un libro precedente o qualcosa del genere! Capisco la scelta stilistica di non spiegare e lasciare che il lettore si immerga del tutto nella vita di Fairfold... però alcune cose mi sono sembrate molto difficili da capire, soprattutto perchè i primi capitoli sono ricchissimi di aneddoti e storielle per "contestualizzare" la vita a Fairfold. Per contro, proprio grazie a questa scelta, l'ambientazione risulta molto originale e curata: è di sicuro l'aspetto della storia che mi è piaciuto di più!
La cosa più notevole di questo libro è sicuramente il clima che si crea grazie allo stile e all'ambientazione scelti dall'autrice: è una storia molto dark, a tratti horror... la scena dell'attacco del mostro alla scuola mi ha messo veramente la pelle d'oca! Sotto questo profilo trovo che sia scritto in modo magistrale! Mi sembrava di guardare uno di quei film mezzi horror che si guardavano alle medie con gli amici, in cui non c'è niente di veramente pauroso ma che ti fanno saltare sul divano da un momento all'altro, da quanto sei teso dall'adrenalina!
Ammetto che, però, questo tipo di sensazione quando leggo un libro non mi piace.
Preferisco una storia in cui l'oscurità viene combattuta dalla luce, dalla bontà, dal coraggio. Una cosa più alla Tolkien o alla Lewis.... l'atmosfera horror non fa proprio per me.
Però è un bel libro, dalla trama avvincente e piena di colpi di scena: quindi consiglio assolutamente questo libro a chi cerca e sa apprezzare le atmosfere dark!


Devo smetterla di fantasticare di scappare in un'altra vita
e cominciare a capire quella che ho.

Stelle: 3/5

12 dicembre 2017

Episodi di Natale ★ Calendario dell'avvento BL Day 12

Dopo il post del 3 dicembre (e la latitanza che ne è seguita), mi ritrovo a scrivere sul blog per regalarvi un altro piccolo piccolo momento natalizio! Si tratta di un'altra casellina del calendario dell'Avvento della Book League, stavolta a tema... telefilm!


Partecipare è, come ho scritto nel post precedente, semplicissimo: basta commentare il post giornaliero ed essere lettori fissi del blog scrivente. Per chi ha Facebook chiediamo anche di partecipare all'evento, che trovate a questo link, in modo da raggruppare tutti coloro che stanno aspettando Natale con noi! Se poi volete, potete iscrivervi al gruppo Facebook della Book's League e condividere i post e l'iniziativa dove preferite!

Episodi di Natale


Natale è una festa amatissima, e viene celebrata in mille modi diversi... che siano crime, fantasy, romantici o divertenti, anche i telefilm la includono nelle loro stagioni. Ecco qualche suggerimento per passare in binge-watching i giorni che ci dividono da questa festa!

Iniziamo con i nostalgici: per chi l'adolescenza l'ha trascorsa una decina di anni fa ci sono The OC e Buffy. L'episodio 1x13 - The Best Christmukkah Ever (tradotto in La festa di tutti) ci regala l'adorabile ironia di Seth Cohen e un Natale sfavillante e caloroso come solo la famiglia Cohen sa fare!
Per quanto riguarda l'Ammazzavampiri con cui molti hanno condiviso l'adolescenza, l'unico episodio di Natale è il 3x10 - Amends. Un romanticissimo episodio in stile Canto di Natale in cui Angel viene perseguitato dai fantasmi dei suoi Natali passati e cerca redenzione...
Un'altra serie tv un po' datata, ma che io adoro sempre e che riguardo sempre volentieri, è la spassosa parodia dei medical drama che andavano tanto alcuni anni fa: Scrubs. Nell'episodio 01x11 - My Personal Jesus, tra una risata e l'altra, JD e i suoi colleghi riescono veramente a commuoverci, facendoci sentire profondamente lo spirito del Natale.

(c) http://www.film.it
Gli episodi di Natale sono anche momenti in cui gli sceneggiatori "donano" ai loro fan delle piccole chicche inaspettate. Pr esempio Grey's Anatomy ci dona l'episodio 2×12 - Grandma Got Run Over by a Reindeer, in cui per la prima volta vediamo il lato umano di Cristina. Oppure il toccante episodio 5x11 - Joy To The World di House MD, in cui Lisa Cuddy finalmente ottiene un dono tanto atteso. Oppure l'episodio 3x09 - The Santa in the Slush di Bones, in cui Booth e Brennan si scambiano sotto il vischio il primo bacio della serie. Vi confido che è quella che vedete qui accanto stata l'immagine di sfondo del mio cellulare per un po', lo sapete che il mio fidanzato è la mia versione personale dell'agente Booth! :)

(c) http://bones.wikia.com
I bellissimi fratelli Winchester di Supernatural invece fanno un tuffo nel passato (condito ovviamente di mostri e azione) nell'episodio 8x3 - A Very Supernatural Christmas. Sempre nell'ambito del fantastico, uno degli speciali di Natale di Doctor Who è quello del 2012, The Snowmen. Una storia di affetti, famiglia, azione e misteri.

Tra le serie tv divertenti, invece, vi suggerisco l'episodio 2x11 - How Lily Stole Christmas di How I Met Your Mother, ma anche. Lo stesso episodio, il 2x11, ma di New Girl, intitolato Santa, ci riporta nell'appartamento di Jesse, alle prese con Winston che ancora crede a Babbo Natale... Per quanto riguarda il tanto amato The Big Bang Theory, uno dei diversi episodi natalizi è l'8x11 - The Clean Room Infiltration, in cui la band di nerd protagonisti si ritrova ad avere a che fare con una rivoluzione delle tradizionali regole del Natale...

(c) here

Anche Stranger Things e The Crown, telefilm nuovi ma già amatissimi, dedicano alcuni episodi al Natale. In Stranger Things si tratta dell'ultimo episodio della prima stagione, l'1x08 - Il sottosopra. Il commovente episodio natalizio di The Crown, invece, è proprio il primo, 1x1 - Wolferton Splash.

Per concludere non posso che consigliare a tutti l'episodio natalizio della terza stagione di Glee! Tra gli episodi di Natale è di sicuro il mio preferito! Qualche sana risata, un po' di romanticismo, il "drama queen spirit" che anima la serie, canzoni bellissime (ascoltate Extraordinary Merry Christmas!), l'episodio 3x09 - An Extraordinary Merry Christmas ha anche un senso bellissimo. E niente, ammetto che tutti gli anni lo rivedo almeno una volta durante le feste!

found on Tumblr

E tra chi ha voglia di lasciare un commentino con il suo episodio telefilmico preferito (e la sua mail) sceglierò un fortunato che riceverà un ebook "natalizio" a sorpresa! :)

Continuate a seguire questa rubrica negli altri post fino alla vigilia di Natale!
Grazie di passare l'Avvento con noi!

08 dicembre 2017

5 cose che ★ Cinque regali per amanti della lettura


Nuovo venerdì, nuova puntata del "5 cose che" a tema natalizio! Dopo i suggerimenti librosi, questa settimana i blog proporranno regali per amanti della lettura! Sono bellissime occasioni per prendere spunti per gli amici... o per la propria letterina a Babbo Natale, perchè no? Io penso che scoprirò tante cose che non sapevo di volere, dopo questo episodio della rubrica...

Per fare questo post ho cercato di evitare di nominare plaid, tè, cancelleria, segnalibri... e ovviamente libri, perchè insomma: queste cose le desideriamo già tutti, no?
5 regali per amanti della lettura



1 :: Una storia su un solo foglio.
Quello qui accanto non è un poster... è un libro! Scritto in un carattere sufficientemente grande da essere leggibile, l'intera storia viene stampata su un poster, per poter rendere un libro una vera opera d'arte! Qui accanto vedete il poster di Stardust di Neil Gaiman (il più a tema col mio blog), ma sul sito Spineless Classics ci sono Tolkien, Jane Austen, le sorelle Bronte, Peter Pan...
L'unico peccato è che la storia è scritta in inglese... ma è una idea troppo carina per lasciar perdere solo per quello!
2 :: Una "copertina" per l'ereader.
I lettori ebook hanno mille vantaggi, ma un lato negativo a cui non si potrà mai ovviare: l'e-reader non avrà mai la bellezza infinita delle copertine dei libri che amiamo! E quindi un'idea carina potrebbe essere quella di regalare o regalarsi una bellissima cover! Non sarà come una copertina, ma per lo meno sarà una gioia per gli occhi! Questa che trovate qui accanto è una cover per il Kindle Paperwhite di Elizabeth David Design, presa dal suo shop su Etsy... ma davvero, su internet ne trovate di ogni forma e colore!

3 :: Una book box.
Mi rendo conto che qui la storia si fa difficile, perchè come fare a scegliere tra le mille box in commercio se la loro peculiarità è proprio quella di non far sapere cosa contengono? Questi oggetti sono veramente il male, per quanto mi riguarda, perchè riescono a farmi venire una smodata voglia di possedere qualcosa che non so cosa sia! Inizialmente puntavo una FairyLoot Box, ma poi mi sono lasciata incantare dalla versione italiana di queste scatole a sorpresa, così ad aprile mi sono regalata una Born To Read Box a tema favole... e tutto quello che conteneva mi è piaciuto un sacco!
4 :: Una gita in biblioteca.
Sebbene io ritenga che qualunque biblioteca sia stupenda solo perchè è una biblioteca, ce ne sono alcune che sono talmente spettacolari che sono davvero imperdibili. E se non vogliamo parlare della NY Public Library - prima o poi riuscirò a metterci piede! - o di quella del Trinity College di Dublino, possiamo nominare quelle che ci sono nel nostro paese! Un esempio per tutte è la biblioteca angelica di Roma, che è anche la prima biblioteca pubblica che è stata al mondo (è successo nel 1604)!

 
5 :: Un gioiello libroso fatto a mano.
Io adoro indossare accessori che testimonino il mio amore per i libri, e grazie a Instagram ho scoperto questa ragazza italiana che crea meravigliosi ciondoli che, nonostante siano perfetti sia nella copertina che nei dettagli delle pagine (sfogliabili, come vedete!) sono minuscoli! Vi lascio il link alla sua pagina Facebook: e vi consiglio di farci un giretto, perchè è veramente bravissima! Le commissioni per Natale stanno per chiudere, ma ci sono sempre tutte le altre feste dell'anno!


Vi ho fatto venire gola di qualche nuovo regalo di Natale o qualche idea per amici e parenti?
Fatemelo sapere nei commenti!

Alla prossima settimana, con i 5 libri da regalare a piccoli lettori!

:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


03 dicembre 2017

Un racconto di Natale ★ Calendario dell'avvento BL Day 03

Con molta gioia vi presento il mio primo post per il Calendario dell'Avvento della Book's League! Nel gruppo, organizzato da Consuelo, abbiamo deciso di fare un post al giorno da qui a Natale... e come ogni calendario dell'avvento che si rispetti, ad ogni casellina aperta ci sarà una sorpresina! Dopo Consuelo e Beatrice, tocca a me!


Partecipare è davvero semplicissimo: basta commentare il post giornaliero ed essere lettori fissi del blog scrivente. Per chi ha Facebook chiediamo anche di partecipare all'evento, che trovate a questo link, in modo da raggruppare tutti coloro che stanno aspettando Natale con noi! Se poi volete, potete iscrivervi al gruppo Facebook della Book's League e condividere i post e l'iniziativa dove preferite!



Un racconto di Natale

Chi mi segue sa che amo scrivere almeno tanto quanto amo leggere. Per questo ho pensato di omaggiare questa festa con un breve racconto, molto semplice, che possa emanare tutto quello che il Natale rappresenta per me.

La storia è molto breve: la protagonista, Chiara, torna nel paese di famiglia per trascorrere il Natale; non c'è una vera e propria "trama", perché la storia è fatta di profumi, luci, suoni colori ed emozioni. Il messaggio che manda ruota attorno a tre parole: gratitudine, famiglia e dono. Una delle canzoni natalizie che amo dice "here's to family and friends: it's good to be here again" e io penso che essere ancora insieme dopo un anno non è mai scontato, ed è uno dei doni più grandi che si possa ricevere! Dopo la gratitudine infatti a Natale bisogna ricordarsi delle persone che amiamo, che siano amici o familiari poco importa. E infine... infine ci sono i nostri talenti. Sono un dono che abbiamo ricevuto e che è con noi in ogni momento, di cui non ci dobbiamo mai dimenticare! Questo è quello che Chiara capisce alla fine della storia, questo è il succo del racconto e quello che io voglio ricordare in ogni momento dell'anno, non solo a Natale: abbiamo ricevuto tanti doni, ma che spesso vediamo solo i desideri che non si sono realizzati.



Come per gli altri post del Calendario, anche con questo potete ricevere una sorpresa, che in questo caso è proprio il racconto di cui sopra in ebook, per calarvi anima e cuore nella magia del Natale! Seguite il blog, lasciatemi un commento con la vostra mail e il formato di ebook che preferite: e troverete quanto prima il racconto nella vostra casella di posta elettronica!


Continuate a seguire questa rubrica nei post delle altre ragazze!
Buon Avvento!

01 dicembre 2017

5 cose che ★ Cinque libri che regalerei


Oggi è primo dicembre - mese che adoro, ovviamente - e domenica inizia finalmente anche il periodo dell'Avvento... finalmente mi sarà concesso di mettere a volume stereoscopico le canzoni di Natale che tanto amo, potrò iniziare a invadere la casa di carta e nastrini... e potrò contare i giorni che mi separano dalle ferie natalizie (che poi coincidano con la mia probabile disoccupazione, queste sono altre faccende!).

Per questo periodo di festività, con le ragazze del gruppo Faccialibroso del "5 cose che" abbiamo preparato 5 post profumatissimi di cannella, pino e... Natale!
5 libri che regalerei

Vorrei iniziare con una piccola premessa: credo che sia impossibile scegliere genericamente cinque libri da "regalare", perchè penso che regalare un libro sia una cosa ancora più delicata del regalare un capo d'abbigliamento... non si tratta solo di gusti e taglie!
Il mio amato agente Booth, per esempio, non ama leggere e non ama i libri... perchè per troppo tempo gliene hanno fatti leggere di sbagliati, quindi ha creato l'associazione libro = dovere = noia. Gli ho scelto due/tre libri molto precisi, in questi anni, e inaspettatamente non solo li ha letti... ma gli sono anche piaciuti! Per questo ritengo che la scelta di un libro in regalo debba essere fatta con tanta, tanta cura... e non sempre basandosi su ciò che è piaciuto di più a noi!


 
 

Ecco qui. Come dicevo non sono la persona giusta per consigliare libri "generici" a persone "generiche", perchè... io leggo solo fantasy! Sono una persona noiosa, lo so! =P

Ad ogni modo, ecco perchè (e a chi) regalerei questi libri.

Brutti, Scott Westerfeld - lo regalerei a una ragazza che ha amato Hunger Games e che ritiene di non essere bella quanto le sue coetanee; le insegnerebbe che a volte il desiderio di essere belli nasconde questioni molto più grosse e le farebbe scoprire una protagonista tosta come Katniss, anche se non altrettanto famosa! :: qui la recensione alla trilogia

Reckless, Cornelia Funke - lo regalerei a un adolescente che ama avventura, magia e mistero... e che magari è in crisi con la sua famiglia; gli ricorderebbe che a volte scappare dalle cose non è il modo migliore per risolverle... :: qui la recensione

Gens Arcana, Cecilia Randall - lo regalerei a una persona che ama Firenze o il Rinascimento e che non disdegna un pizzico di esoterismo e magia nella sua vita; gli farebbe vivere avventure incredibili in una città vera e vibrante, in un intreccio perfetto dove nulla è lasciato al caso e tutto si incastra alla perfezione! :: qui la recensione

Rebel, Alexandra Adornetto - lo regalerei a una ragazzina romantica e alle prese coi primi amori (o magari che sogna il ragazzo irraggiungibile); le donerebbe una storia dolcissima e piena di tenerezza sul potere della bontà, dell'altruismo... e ovviamente dell'Amore, quello tra le persone e quello con la A maiuscola! :: qui la recensione

L'ultima profezia del mondo degli uomini, Silvana De Mari - lo regalerei a un vero amante del fantasy, qualcuno che ha amato Tolkien e Lewis e che magari adesso si sta dedicando solo a Martin; gli farebbe capire che il fantasy è un mondo vasto e vario... e che gli autori che sanno scrivere divinamente storie piene di azione, senso e significato si trovano anche nei nostri confini! :: qui la recensione

Ed ecco qui, questi sono i cinque libri che regalarei più di altri, perchè tra tutti i libri bellissimi che ho letto, questi sono quelli che credo potrebbero essere graditi di più da altre persone... fermo restando quello che dicevo all'inizio: non si possono dare consigli "generici"!

E voi? Quali di questi libri avete letto e quali sono quelli che vi sentite di consigliare?
Fatemelo sapere nei commenti!

Alla prossima settimana, con i 5 regali per amanti della lettura!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::