04 settembre 2017

Senza perdere tempo

Settembre. Mese di inizi e di riprese.
A volte penso che sarebbe meglio non farle proprio, le ferie... perchè ti ricordano quanto sia bello avere tempo per te stessa, per le persone che ami e per le cose che ami fare. E quindi ti ritrovi a soffrire il doppio al pensiero che per altri undici mesi dovrai farne a meno.

In più questa è stata un'estate diversa da tutte quelle che avevo vissuto finora: ho passato quattro intere, bellissime, meravigliose settimane con il mio agente Booth del cuore in un bellissimo paese di montagna. Niente spiagge, niente locali, niente voli. Solo io, lui, le Grigne dalla finestra e l'aria fredda della sera nelle notti stellate. Una meraviglia incredibile. Non avrei potuto chiedere un'estate migliore, avevo tutto quello che potevo desiderare: la calma, il tempo, la compagnia giusta e ovviamente qualche buon libro.

E poi i posti: la vista dalla Colma, con tutte quelle stelle sopra di me... così tante che non riuscivo a riconoscere quasi nessuna costellazione, abituata a vederne solo una manciata. E le dieci stelle cadenti in mezz'ora, in quella gelida serata del 12 di agosto.
E poi quell'attimo quando, nell'ultimo tratto di sentiero che si inerpica dal Pian delle Noci al Palazone, mi sono voltata... e mi sono ritrovata in cima al mondo.
Sotto di me, come su una cartina dei miei libri fantasy, si spiegava la Pianura Padana. Così lontana da sembrare un disegno, ma così vicina che non ci potevo credere. In nessun posto del mondo la testa mi è mai girata così tanto come davanti a quella visione.

Di quest'estate porto a casa tante cose bellissime e quasi nessuna brutta. Porto a casa l'arcobaleno che ha seguito il pomeriggio di pioggia, così colorato e luminoso che sembrava brillasse di luce propria. Porto a casa la vista dal Palazone e dal San Primo, i cavalli e le greggi che pascolavano sui pendii verdi, gialli e arancioni. Porto a casa i cieli azzurri e quelli neri e stellati. Penso sempre di più che le cose più belle sono quelle che non possono essere ricostruite in nessun modo. E i posti più belli sono quelli che non si possono raggiungere se non solo con i propri piedi.

Porto a casa anche la fatica delle serate in ProLoco, tra torte e salamelle. Porto a casa i balli in cerchio attorno al pozzo, la sigla che ancora canto quando sono sovrappensiero, la bachata che non ho speranza di riuscire ad imparare mai a dovere... e ovviamente porto a casa i sorrisi, le risate, la compagnia e anche le lamentele della gente che ha condiviso con me queste quattro bellissime settimane.

E adesso? Adesso ricomincia l'anno. Non è un segreto che per me cominci a settembre... e domani riprendo il lavoro, le fatiche e lo stress di sempre.
Le fini mi spaventano sempre, ma stavolta mi spaventa più l'inizio che mi sta davanti. Tutte le cose che avevo nascosto in un angolo della mia mente perchè "ci penso dopo le vacanze" ora si ripresentano prepotentemente davanti a me, non mi fanno dormire e mi fanno paura.
E mi fanno ricadere in un vecchio circolo vizioso a me molto noto: quello del devo fare cinquemila cose, ma non mi va di farne nessuna, quindi faccio altro. E le cose che devo fare stanno lì, e si accumulano, e diventano urgenti... e fanno sempre più paura.

Per cui ho pensato che il mio mantra dell'anno dovrà essere senza fretta... ma senza perdere tempo.
Un mantra che mi servirà al lavoro, ma soprattutto nella mia vita, visti i cambiamenti che si avvicinano sempre di più (ma che per una volta mi elettrizzano invece di farmi paura).
Il tempo è sempre stato un mio nemico: sia quando passava troppo in fretta che quando non passava mai, l'ho sempre trovato contro di me. Ci ho sempre combattuto contro. Chissà mai che quest'anno, mentre cerco di fare le cose senza fretta, potrei smettere di "perdere" tempo, trovandolo invece per tutto quello che mi servirà.

Perchè Gandalf, in fondo, ha ragione.

2 commenti:

  1. Che bella la descrizione della tua vacanza, mi sembrava di essere lì. Anch'io adoro la natura e la magia della montagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille dei complimenti, e doppiamente grazie per il tuo commento! ^^

      Elimina

Grazie per il tuo commento! -- Lyra