29 settembre 2017

5 cose che ★ Libri che mi hanno cambiata

Questa settimana il tema è davvero impegnativo. Da una parte penso che dire che un libro può essere capace di farci "cambiare" è una cosa esagerata... ma se ci penso meglio, soprattutto alla luce della mia lettura attuale, posso dire che i libri a cui nella mia vita ho dato 5 stelle sono solo quelli che mi hanno cambiata!

Per cui credo che che in questo post non ci saranno grandi novità. Saranno per lo più i libri che ho più amato, perchè in un certo senso per me i libri belli sono quelli che mi lasciano qualcosa, che mi cambiano... e se un libro è capace di farmi cambiare idea allora sì che è un libro bello.


5 libri che hanno cambiato il mio modo di vedere le cose
  
 


Nel mare ci sono i coccodrilli, di Fabio Geda (qui la mia mini-recensione su GoodReads) è sicuramente il primo titolo che mi viene in mente. Questo libro mi ha veramente fatto fare un sacco di domande, mi ha donato un modo diverso di vedere il mondo e la gente che lo abita. Per dimensioni è un libricino, ma contiene davvero tanta, tanta grandezza.

Un discorso molto simile vale per L'ultima profezia del mondo degli uomini, di Silvana De Mari (qui la recensione). La storia fantasy di questo libro epico e meraviglioso mi ha aiutata a riflettere sui conflitti, sulle guerre (soprattutto quelle di cultura e di religione) e sulla diversità tra popoli. Un bellissimo libro che ho adorato dalla prima all'ultima riga, molto più che gli altri della stessa saga.

Sempre parlando di storie vere, e di argomenti seri, mi viene in mente Diario di Zlata, un meraviglioso racconto autobiografico dell'assedio a Sarajevo (qui la recensione). Da quando ho letto questo libro ho completamente cambiato la mia idea di cosa sia la "guerra".

Per questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando, perchè mi ha fatto riflettere sulla mafia, su quello che significa e su cosa vuol dire combatterla. Di questo libro mi ha colpito soprattutto il ruolo dello Stato nella vicenda... e il fatto che non è così scontato nemmeno ammettere che esiste, una cosa chiamata mafia. Bellissimo davvero.

E per finire - lo so che lo metto in tipo tutti i "5 cose che", ma non posso farne a meno - devo nominare Pollyanna, perchè posso dire con tutta onestà che è il libro che mi ha resa quella che sono ora. Gioco il "gioco della contentezza" ogni volta che sono troppo triste per trovare un motivo di felicità... e adoro cercare di aiutare gli altri a sorridere.


Okay. Ho appena realizzato che la maggior parte dei libri che mi hanno "cambiata" non sono fantasy. Forse dovrei farmi una domanda in più su questa cosa. È anche vero che, riflettendoci, nei fantasy si porta solo in un altro mondo la lotta tra bene e male, tra giusto e ingiusto... che è quello che adoro nei libri non fantasy che ho nominato. Quindi forse, tutto sommato, sono anche quasi coerente con me stessa! No?

Se anche voi avete partecipato a questa iniziativa, lasciatemi un commento e verrò a leggere il vostro post! Alla prossima settimana!


:: 5 cose che... è una rubrica del blog Twins Books Lover. Per più info cliccate qui. | photo © ::


6 commenti:

  1. Temo di non conoscere nessuno di questi cinque libri ma li segno ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovessi sceglierne uno credo sceglierei quello di Silvana de Mari... ma se non ti piace il fantasy allora opto per Luigi Garlando! ;)

      Elimina
  2. Ciao Lara! Sono d'accordo con la tua introduzione, bellissima tra l'altro. Mi è piaciuto anche quello che hai scritto a proposito di Pollyanna, e beh, mi hai fatto venire anche voglia di leggerlo! Mi piace questa filosofia :)
    Il libro della De Mari è già nella mia wishlist, ma ora mi sa che aggiungo anche "Nel mare ci sono i coccodrilli".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pollyanna è meraviglioso. Datato e infantile, per certi versi, ma io lo adoro da sempre!
      La saga degli ultimi è epica e indimenticabile... e ti assicuro che il libro di Fabio Geda è veramente scioccante! Poi fammi sapere che ne pensi, se ti va! :)

      Elimina
  3. Mi sento terribilmente ignorante (!) ma ho conosco soltanto Pollyanna, cui sono davvero affezionata perché è l'unico libro che mi abbia mai letto mia madre quando ero piccina <3 Sono terribilmente curiosa di leggere Geda e Per questo mi chiamo Giovanni, in particolar modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono libri bellissimi! Te li consiglio assolutamente!

      Elimina

Grazie per il tuo commento! -- Lyra