Recensione ★ Accesso negato

Ho ricevuto questo ebook da Libro/mania e devo ammettere che è stata una lettura piacevole: i thriller mi piacciono, e anche non avevo mai letto una crime story dal punto di vista dei malavitosi (preferisco di gran lunga le storie in cui i buoni acciuffano i cattivi e li sbattono in cella) è stata una lettura diversa dal solito!

Accesso Negato di  Ugo Lucchese

Le vite di Nico e Frisu non potrebbero essere più diverse - uomo della malavita che vive tra le ombre l'uno, giovane rampante nelle agenzie di casting per le pubblicità l'altro - ma sono destinate ad incontrarsi. Nico ha intenzione di fregare una volta per tutte il Giudice, suo ex-capo e leader della Costellazione, un'associazione a delinquere che si basa su ricatti ed estorsioni. Quando si accorge che qualcuno ha fatto il furbo prima di lui, però, cambia strategia: riporterà al Giudice i soldi a lui sottratti e si farà pagare profumatamente.
Frisu vive la sua vita, quieta e serena, con un vago interesse per la collega Lidia e con la consapevolezza di aver salutato un padre che non era mai stato presente nella sua vita. Non c'è niente di fuori dall'ordinario, per lui, finchè non gli arriva per posta un telefonino con dentro la foto della sua patente...


Questa è stata davvero una lettura interessante! I capitoli sono introdotti da una data e un'ora, che all'inizio mi sembrava inutile... ma che poi mi sono resa conto essere fondamentale per seguire la trama, che viene raccontata sue binari paralleli, che finiscono per sdoppiarsi, moltiplicarsi, intrecciarsi e poi incontrarsi tutti nel finale.
La cosa che mi ha colpito di più è che l'autore ha saputo tenere in piedi la storia in modo magistrale: ogni scelta, ogni azione, ogni decisione dei personaggi è razionale, sensata e verosimile. Nulla sfugge alla logica sottesa alla trama, ogni azione è concatenata, ragionata e razionale. C'era cura anche nei dettagli, compresi i tempi di spostamento tra un luogo e un'altro, i riferimenti delle vie e dei locali... tutto era veramente, veramente realistico! Non so se sia anche "vero", nel senso che non so se i posti nominati esistano davvero... ma di sicuro l'impressione è stata quella di leggere una storia verosimile.

Un'altra cosa che mi è piaciuta molto di questo libro è stato il tema che tratta: la sete di denaro, che porta inevitabilmente alla dannazione. La Costellazione persegue come scopo l'arricchimento dei suoi membri (e visti gli zeri sui loro conti in banca ci riesce benissimo), Nico fa quello che fa perchè sente odere di soldi, Frisu finisce dove finisce perchè qualcuno vuole da lui dei soldi. Tutto - tutto - di questo racconto gira intorno ai soldi e al volerne sempre di più. Tutto questo porta la gente a fare cavolate e a finire nei guai, e quasi sempre a lasciarci la pelle, se non almeno gli affetti. Ho trovato molto cinico e molto verosimile questo aspetto del racconto, ma mi ha anche fatto molto riflettere.
L'altra cosa che ho pensato è stata l'estrema pericolosità dell'affidarsi alla tecnologia per tutto. Banche e cellulari, computer, sistemi di allarme... Nico riesce a raggiungere tutti e a scoprire tutto solo perchè la nostra intera vita ruota attorno al digitale. Anche questo mi ha fatto un po' paura, lo ammetto... però mi ha anche fatto riflettere.

Se la trama e i temi mi sono molto piaciuti, purtroppo non ho trovato ugualmente fluente lo stile con cui sono riportati i dialoghi. Ho trovato alcune conversazioni molto artefatte e questo mi ha reso meno piacevole la storia: erano frasi finte, poco realistiche, che stonavano con la minuzia con cui era raccontato il resto. 
L'altra cosa che mi è spiaciuto non trovare è stato il phatos: nonostante fosse un cosiddetto "thriller", non ci ho trovato molta emozione. Forse per lo stile, ma più probabilmente proprio per la trama, che è molto lenta e costruita ad arte, mattoncino su mattoncino, il racconto non è avvincente o veloce. Più che un thriller io l'ho vista come una spy story, una storia di mistero... le mancava quel ritmo mozzafiato che hanno i libri thriller in cui salti su ad ogni rumore che senti in casa mentre li leggi.
A mio parere è un libro che merita di essere letto, anche se con la consapevolezza che sarà più una storia "mentale", di piani ingegnosi (e che piani ingegnosi!) e tecnologia, che un thriller fatto di colpi di scena.

Vi lascio i link alla pagina dell'editore e alla pagina Facebook del romanzo. Da fine marzo il libro sarà ordinabile anche in formato cartaceo in qualunque libreria e anche su Amazon!


Nessuna pietà per i traditori.

Stelle: 3/5

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! -- Lyra

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com