31 ottobre 2016

Did, Do, Will #18

Rubrica mensile creata da Ika

Ricomincia l'anno lavorativo, ricominciano le scadenze... e io smetto di leggere! Per di più soffro tantissimo il mal d'auto, quindi non posso leggere nemmeno sul pullman quando vado e torno dal lavoro... se non è sfortuna questa!
Ad ogni modo, i titoli che ho letto non sono molti, ma quello della De Mari era piuttosto voluminoso quindi sono soddisfatta lo stesso!





#DID
Princess di L. Kate :: recensione
L'ultima profezia del mondo degli uomini di S. De Mari
(l'ho riletto per finire la saga. L'ho già recensito qui)


  
#DO

L'ultima profezia del mondo degli uomini - l'epilogo di S. De Mari
La scacchiera nera di M. Monticelli




#WILL
Heartless di C. Funke, per finire la saga di Mirrorworld
e La guerra degli efi di H. Brennan, per cominciare una saga nuova!

 

28 ottobre 2016

5 cose che ★ Film sorprendenti

Rubrica del blog Twins Books Lovers.
Per più info clicca qui.

Questo venerdì il tema della rubrica delle Twins è cinematografico! Io non sono una grande amante del cinema (principalmente perchè sono sempre in bolletta e nessun film mi ispira abbastanza da farmi spendere soldi per lui...), però qualcosina per questa rubrica sono riuscita a tirarlo fuori!




5 film che mi hanno sorpreso



 
Fast & Furious 7 :: 2015
Sono una fan di Fast&Furious, i film mi piacciono tutti anche se a volte li trovo un po' troppo "per maschi"... però mi piace il fatto che, nonostante macchine potenti e magliette bagnate, alla fine della fiera sono sempre lealtà, amore e amiciza che muovono il racconto.
Di questo film mi ha sopreso moltissimo il finale. Bello, bellissimo e commovente: ammetto che mi è scappata una lacrimuccia (ben nascosta nel buio della sala in modo che nessuno mi vedesse...)




American Sniper :: 2014
Sono andata al cinema per vedere questo film assieme al mio agente Booth - ovviamente - ma devo ammettere che mi è piaciuto molto. La componente di sentimento e di introspezione è molto più pesante di quella di guerra e ammazzamenti. Fa vedere la guerra, certo, ma fa più riflettere che inorridire davanti al sangue... l'ho trovato molto sottile e devo dire che mi è piaciuto più di quanto pensassi.



 
Capodanno a New York :: 2011
Sono andata al cinema a vedere questo film più che altro perchè c'era Lea Michele. Però poi mi sono fatta conquistare da tutte le storie intrecciate e dal messaggio di fondo: allo svoltare dell'anno fermatevi a pensare, e datevi il tempo di fare quello che avete troppa paura di fare. Un filmetto che pensavo sarebbe stato sciocco (e che in fondo lo è, sia chiaro, non è un capolavoro!) mi ha regalato invece un bellissimo incoraggiamento!



 

Epic - il mondo segreto :: 2013
Questo film mi ha colpito più che altro per le trovate geniali che contiene. Essendo un libro basato
sulla natura, sull'importanza di proteggerla e sui suoi segreti, ha un sacco di pensate carine. Ricordo la spiegazione del perchè gli alberi hanno gli anelli... ed è stata geniale! In generale è un film carino, ma senza grandi pretese: queste piccole chicche lo rendono geniale!




 
High School Musical :: 2006
Come ho già detto in questo post, sono rimasta stra-colpita da questo film! L'ho guardato per la prima volta quest'anno, perchè sono sempre stata estremamente scettica nei confronti di tutto quello che girava attorno a Zac Efron (ammetto a causa dell'enorme numero di ragazzine fangirleggianti che lo osannavano quando io ero già abbastanza grande da non farmi coinvolgere). Però... però l'ho guardato lasciando da parte i pregiudizi e mi è anche piaciuto! Per più info potete leggere il post. ;)



Se anche voi partecipate all'iniziativa delle Twins, lasciatemi il link e verrò sicuramente a curiosare!
Buon fine settimana! :)

25 ottobre 2016

Princess

Nella voglia di cambiare un po' genere di lettura mi sono imbattuta in questo libro. Le premesse erano buone, ma poi...

Princess  di  Lauren Kate  


Natalie Hargrove ha tutto quello che un'adolescente potrebbe desiderare: una bella casa, bei vestiti, un bellissimo fidanzato e un futuro da Principessa della Palmetto High, la scuola superiore migliore della città. Nat però non è sempre stata una ragazza così fortunata: il suo passato affonda le radici nei quartieri bassi della città, dove si campa di espedienti tra una madre attaccata alla bottiglia e un padre che alza troppo spesso le mani.
Quando si ritrova - suo malgrado - tra gli agi e i lussi del quartiere bene, Natalie non ci mette molto ad adeguarsi... e ad amare tutto quello scintillio, tanto che decide subito che conquisterà la corona di Principessa della scuola, il titolo più ambito dalle ragazze della città. Ma per raggiungere questo scopo sarà costretta a sconfiggere gli avversari, prendendo decisioni non sempre brillanti. Quanto si può sacrificare per non perdere la reputazione di miglior studentessa del liceo?


Devo dire la verità: all'inizio questa storia mi è anche piaciuta. Mi sembrava di essere tornata al liceo, quando con mia sorella guardavo The OC e Gossip Girl... e tra me scuotevo la testa al vedere gente che aveva tutto non essere felice, tormentandosi per problemi veramente ridicoli.

La protagonista di questo romanzo mi è suonata più o meno come la fusione tra Julie Cooper, Quinn Fabray e Blair Waldorf: una ragazza di periferia che diventa la figlia di un riccone e che non vuole perdere la sua posizione, che ritiene che avere il più figo della scuola e la corona della Principessa sia la sua unica ragione di vita e che è disposta a tutto pur di ottenere ciò che vuole.
Antipatica, superficiale e un po' stereotipata, ma tutto sommato non mi è dispiaciuta. Ho trovato caratterizzata molto peggio sua sorella Darla, che poverina, siccome è brutta e ricca allora non può essere anche simpatica, ma solo invidiosa e arrogante. Questo sì che mi è parso di cattivo gusto. Però insomma, visto che dopotutto la storia è tutta raccontata dal punto di vista di Natalie, ci sono passata sopra. Tra i maschi, il peggiore è sicuramente Justin Bieber. Ah, no, scusate. Justin Balmer. Non me ne vogliate, ma io per tutta la storia l'ho letto Bieber e me lo sono immaginato di conseguenza. Lui sì che era un personaggio piatto e banale: bello da mozzare il fiato, sicuro di sè e antipatico quanto basta da far cadere a suoi piedi tutte le fanciulle della scuola, protagonista per prima. La scontatezza fatta personaggio.

Fino a metà racconto mi è sembrato un romanzo con delle buone potenzialità, grazie ai suoi toni  vagamente gialli, sebbene la linea di fondo fosse sempre estremamente superficiale, tutta fiori di stoffa e corone da reginetta. Ero davvero interessata alla risoluzione della storia, a come Nat e Mike avrebbero sbrogliato la matassa e risolto la questione... ma poi non lo so cosa è successo. O l'autrice non sapeva più che pesci prendere e non sapeva come continuare... o le piaceva l'idea di rendere una storia realistica e interessante una vera barzelletta.
A partire dal sogno di Natalie la notte del Mardi Gras, per continuare con il viaggio in carrozza e per culminare nella scena al ballo, l'elemento soprannaturale ha guastato del tutto la storia, trasformandola in un racconto privo di senso e di pathos, in cui l'indagine, i misteri e le loro soluzioni cedevano il posto alla follia della protagonista che improvvisamente smette di lavarsi e si trascina in giro con i suoi ricordi del passato nello zainetto.
La conclusione della vicenda, poi, veramente pessima. Nessun pezzo è andato al suo posto, sono rimasta con mille dubbi, con la sensazione di non aver capito perchè alcuni personaggi - tipo il padre di Nat - sono stati infilati nella storia... e come si è risolta la vicenda di J.B., che fine ha fatto Baxter e cosa c'entrava Kate con tutto il resto. Quattro frasi ad effetto, un finale (quasi) inaspettato... e non ti rimane niente in mano, nè una risposta nè una morale.

L'amaro in bocca che mi ha lasciato il finale e la risoluzione mancata del mistero e dell'indagine di polizia (che poi, anche qui, stendiamo un velo pietoso sul poliziotto...) mi hanno portato a cassare questo libro con sole due stelline. Una per l'inizio della storia, e l'altra per le potenzialità che non sono state espresse. Non so se leggerò altro di Lauren Kate, perchè sono rimasta davvero troppo delusa.


Hai ceduto in fretta alle lusinghe delle tenebre, masticando la tua gomma preferita, con la presunzione di essere la padrona del mondo.


Stelle: 2/5

21 ottobre 2016

5 cose che ★ Teen Crushes

Rubrica del blog Twins Books Lovers.
Per più info clicca qui.
Questo venerdì si torna al liceo con le nostre cotte del periodo! Per me non è passato moltissimo tempo (ma un po' sì, argh!)... quindi ecco qui, cinque personaggi di vari ambiti per cui ho avuto una cotta - neanche troppo poco nascosta - mentre facevo le superiori.
Qui una menzione di merito va alla mia amica Fra, amica di allora e di adesso, perchè le meglio cotte, al liceo, si vivono in due! =D




le mie 5 cotte adolescenziali
         

    • Ryan :: E chi della mia generazione non ha avuto un momento di platonico amore per uno dei fratelli Cohen di The OC? Io preferivo Ryan su tutta la linea...
    • Dani :: al liceo io e Francesca andavamo pazze per i Finley! In particolare lei adorava Pedro, il cantante, e io Dani, il batterista. Dovete sapere che era anche il periodo in cui volevo imparare a suonare la batteria (con grande disappunto della mia famiglia, tanto che alla fine non ho mai iniziato...)
    • Drew ::  non ho mai seguito assiduamente Charmed, però nel periodo del liceo ho visto un paio di episodi con questo bellissimo attore, Drew Fuller, che interpretava il figlio futuro di Piper o qualcosa del genere. È stato amore a prima vista!
    • Angel :: Come ho già detto, lui è stato credo il mio primo amore telefilmico. In prima superiore ero sfegatatissima di Buffy, quindi lui è stato uno dei miei amori del liceo.
    • Frodo :: Nello stesso periodo è uscito Il Signore degli Anelli... e ovviamente ho trasposto il mio amore libresco per quello visivo. E poi Elijah Wood non era affatto male, soprattutto con tutti quei ricciolini..

    Non sono state cotte contemporanee, però, lo devo ammettere. A parte Frodo, che tuttora resta uno dei miei personaggi preferiti in qualunque fandom, per il resto è stata una cosa a rotazione: prima Angel, poi Drew, poi Ryan e poi Dani.

    Una curiosità: sapete come ho fatto a scovare quali sono state le mie "cotte adolescenziali" del tempo? (Ve l'ho detto che un po' di tempo è passato... XD) Ho guardato tra i miei racconti. Per ogni mia cotta adolescenziale c'è una storia!
    C'è una fanfiction su Buffy, ovviamente. Poi Il Cielo di Riverville, con un Chris che per me aveva la faccia di Drew Fuller... e Middle-heart con Frodo. E poi My OC e Ritorno a OC, dove ho potuto finalmente cadere tra le braccia di Ryan... e tre - ben tre racconti - con me, Francesca, Dani e Pedro. È inutile. Se una cosa mi piace, non posso non scriverci una storia...

    18 ottobre 2016

    Tag ★ Caffè e biscotti

    Il Tag di questo mese è offerto dal blog Libri al caffè e dalla sua deliziosa autrice Erica. Cliccate sul link per scoprire il suo blog e le sue risposte!

    Caffè e biscotti


    1. Hai mai faticato ad approcciarti a un libro famoso che tutti hanno adorato?
    Solitamente viaggio molto controcorrente e faccio davvero fatica a decidere di leggere un libro di cui parlano tutti bene. Al momento lo scetticismo maggiore è stato con Shadowhunters, e devo dire che è stato abbastanza giustificato. Spero di vivere l'emozione opposta con The queen of the Tearling, appena comprato e che attende il suo momento...

    2. Quale autore poco conosciuto consiglieresti di leggere?
    A me piace moltissimo lo stile di Elisabetta Gnone (l'autrice della saga di Fairy Oak), trovo che sia delicato ma mai infantile, capace di trasportarti nei luoghi del racconto e di trasmettere messaggi bellissimi con grande semplicità. Non vedo l'ora di recuperare e leggere Olga di carta per scoprire se è altrettanto bello!

    3. Esiste un libro che hai comprato solo per la sua copertina?
    Sì, Rebel di Alexandra Adornetto. Era troppo bello per lasciarlo sullo scaffale! Trovate la copertina qui accanto, e la recensione clicando sul titolo!

    4. Un libro che non hai nessuna intenzione di leggere.
    A parte le mirabolanti avventure sotto le lenzuola di Christian Grey e consorte, direi questo fantomatico Harry Potter e la maledizione dell'erede. Non ero convinta della saga della Rowling, figuriamoci di una sua brutta copia in versione sceneggiatura teatrale. Bah.

    5. Hai mai saltato alcune pagine o lunghe descrizioni di un libro?
    Una marea di volte, lo ammetto! Soprattutto quando la storia mi prende da morire e non riesco ad aspettare ammirando l'orizzonte di sapere cosa sta per succedere. In particolare che mi è successo più di una volta con Il Signore Degli Anelli (capitemi, ero troppo in pensiero per Frodo!!!) e moltissimo con I Miserabili.

    6. Qual è il tuo libro preferito per bambini?
    Leggo tantissimi libri per bambini! Ho già nominato Fairy Oak, quindi vada per la saga di Robin di Elena Kedros: una versione al femminile della leggenda di Robin Hood, piena di intrighi, avventura e sentimenti! Bellissima!

    7. Un libro o una serie che sai che rileggerai prossimamente?
    Ho appena finito di rileggere L'ultima profezia del mondo degli uomini, ma non escludo che tra un po' riprenderò in mano The Forestwife o proprio la saga di Robin. È troppo che non torno a Sherwood....

    8. Qual è il posto più strano dove hai letto?
    Leggo dovunque, soprattutto da quando ho il Kobo. In piedi nell'atrio della scuola aspettando di entrare al lavoro, sul muretto della stazione il pomeriggio di sciopero, in guardiola in Croce Rossa... ma forse il posto più strano è stato in una spiaggia minuscola e deserta in cui io e il mio fidanzato siamo stati da soli per una intera giornata, sulla meravigliosa isola di Minorca. Un posto silenzioso e tutto sole, mare e rocce... un bel libro e il mio Booth con me

    9. Un libro che ti piacerebbe leggere sotto le stelle?
    Il messaggero di Lois Lowry, il terzo della saga del Donatore. L'ho trovato così intenso, pieno di riferimenti alla natura e al suo potere che penso sarebbe perfetto in una tiepida sera d'estate sotto un bel cielo stellato! Anche se lo ammetto: non leggerei perchè preferirei guardare le stelle!

    10. Cosa ti piacerebbe mangiare leggendo?
    Frutta! Quando sto leggendo spesso sogno pesche, albicocche... o magari ancora meglio ciliegie! Però ci tengo troppo alle pagine dei miei libri, quindi al massimo mi faccio una tisana! XD



    Ed ecco qui, un altro piccolo tag per il consueto appuntamento del 18 del mese!
    Se volete fare questo tag lasciatemi il link e verrò a commentare!
    A presto! ^^

    07 ottobre 2016

    5 cose che ★ Favourite Tv Shows

    Rubrica del blog Twins Books Lovers.
    Per più info clicca qui.

    Nuovo venerdì, nuovo episodio di questa graziosissima rubrica!
    Questa settimana il tema sono di nuovo le serie tv... una mia vera passione, devo ammetterlo, mi piacciono quasi quanto i libri!
    Come per il venerdì delle mie 5 coppie preferite, anche stavolta scegliere è stata dura... ma ci sono riuscita!




    le mie 5 serie tv preferite

    (c) Tumblr
    Cinque: Galavant
    Per questo quinto posto erano in lizza Dark Angel, Scrubs (lo adoro!) e questo medieval/musical/comedy show. Ho optato per questo perchè è nuovo e sconosciuto... ed è incredibilmente bello e divertente! Mi infastidisce il fatto che sia stato creato come riempitivo di una serie tv scadente come Once... e che Once sia stato rinnovato e questo no. Però sono due stagioni godibilissime e complete, merita davvero! (Qui il mio post in merito)



    Quattro: Bones
    (c) Tumblr
    Una delle serie tv crime più longeve di sempre... anche se trovo che dalla settima stagione in poi sia un po' diminuita la verve degli episodi, continua a piacermi molto. Booth è adorabile e la Brennan riesce a sorprendere con dei picchi di umanità che fanno commuovere. Anche se il ritmo è un po' calato mi hanno detto che la decima e l'undicesima stagione non sono male. Io sto guardando la otto, quindi confido nel futuro.



    (c) Dribbble
    Tre: Chicago Fire
    Trovo Chicago Fire una serie tv ben fatta, tutto sommato. Anche se ogni tanto penso che quello che scrive gli episodi deve fare uso di droghe pesanti per riuscire ad architettare certi tipi di incendi, credo che abbia la giusta dose di adrenalina e azione, senza dimenticare un certo romanticismo. In particolare credo che siano in grado di dare il giusto peso a tutti i personaggi, rendendoli così umani, originali e simpatici che è impossibili non affezionarsi a tutti quanti. Tra alti e bassi, ho guardato più o meno tutte le stagioni, e attendo con ansia la quinta!




    (c) Wikia
    Due: Glee
    Per capire che il secondo posto non è tale per motivi scontati occorre sapere quanto io ami i musical. E la risposta è: moltissimo.
    Ho trovato una serie tv in cui i protagonisti cantano sempre, letteralmente sempre. E questo è quanto. Fino alla terza stagione è stato il mio telefilm preferito, poi si è guastato in fretta... ma per tutto quello che mi ha insegnato (e le canzoni e i musical che mi ha fatto scoprire) per me resta indimenticabile.



    (c) DolceFlirt
    Uno: The Mentalist
    Per spiegare il perchè di questo primo posto devo ripetermi: «The Mentalist è una serie tv impeccabile, mai noiosa, con personaggi fantastici e una delle più tenere storie d'amore che io conosca.»
    È la mia preferita anche perchè al momento è l'unica serie tv che invece di peggiorare, nel corso delle stagioni è solo migliorata (per non parlare del perfettissimo finale).



    Mi sono resa conto che la mia top five di questo venerdì è praticamente identica a quella di un mese fa sulle mie coppie televisive preferite... ma che ci volete fare, di solito amo una serie tv se ne amo la coppia protagonista... quindi non ne sono affatto sorpresa!

    Se anche voi fate questa rubrica e avete voglia di lasciarmi un commento, verrò a curiosare!
    Buon weekend!