Il buono della frutta

Ci sono delle persone che voglio ringraziare.
Persone con cui posso davvero parlare, persone che - anche se hanno i loro difetti e i loro problemi - mi fanno sentire bene. Persone con cui io sono me stessa, e non me ne vergogno. Persone con cui non penso prima di parlare, ma lascio che i miei pensieri vadano dal cuore alle labbra, senza temere il loro giudizio.
Sono diverse, diverse come un fresco frutto esotico che ti fa pensare alla spiaggia e ad un limpido mare blu, e come un frutto di bosco dolce, che cresce in una quieta foresta secolare. Diverse, sì, ma con cui mi sento a mio agio. Estremamente a mio agio.
Sono persone con cui sto insieme volentieri, come se avessero attorno un'aura di profumo buono, pulito, che rende un po' più buona e pulita anche la mia aura.
Sono persone speciali, persone che mi fanno sentire un po' meno sola... anche se le conosco davvero poco. Le conosco poco, e anche da poco. Dopotutto, non sono nemmeno due anni...
eppure c'è qualcosa di speciale in loro, qualcosa che mi fa sorridere anche se ho voglia solo di piangere, qualcosa di profondo e leggero al tempo stesso.
Qualcosa che mi fa dire "accidenti, non volevo andare a lezione e invece sono stata così bene".
Perchè nonostante il mostro Milleocchi, che riempie gli incubi di tutte le notti, ci sono delle ragazze che mi rendono la giornata più leggera. Nonostante tutto.
Devo ringraziare due persone per questo. Magari non leggeranno nemmeno questo blog... ma se mai lo dovessero leggere vorrei solo dire loro che questo blog è un abbraccio, e un grazie, un grazie di cuore, di quelli che non dico perchè se li dicessi dovrei spiegare perchè... e non mi va di farlo. Quindi grazie, ragazze, perchè rendete vivibile la mia giornata.
Una giornata che sa di cocco e di lampone.


(c) A Beautiful Mess

0

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com